Home | Statuto | Chi Siamo | Dove Siamo | Direttivo | Collabora
 
I MONDIALI DI BLOOD BOWL A LUCCA


Era il novembre del 2011. Sull’aereo di ritorno da Amsterdam, allora sede del secondo torneo mondiale di Blood Bowl, Andrea girandosi verso di me mi disse: “Organizziamolo noi il prossimo mondiale!”.

Sono trascorsi due anni da quella memorabile trasferta, ma non inutilmente. Il primo anno abbiamo pensato a grandi linee il come e il dove di un evento di questa portata, ma soprattutto a renderlo migliore. Le idee erano uninfinità e non sembravano non concretizzarsi mai ma la presentazione del bando sarebbe arrivata presto, così decidemmo di darci delle scadenze, investendo seriamente nella candidatura.
Alle primarie italiane, che giustamente avevano lo scopo di evitare la dispersione dei voti in sede internazionale, Modena era la nostra temuta concorrente. E proprio perché sapevamo con chi avevamo a che fare abbiamo deciso di mettercela tutta, rendendo il nostro prodotto di qualità.
La lotta non è stata semplice e ha richiesto un lavoro assiduo da parte mia, di Andrea Parrella e di Antonio Rama; abbiamo lavorato con impegno e senza mai perdere di vista lobiettivo, ognuno mettendo del suo nel progetto, e alla fine siamo riusciti a concretizzarlo.
Ma il nostro lavoro, da solo, non avrebbe prodotto questi risultati senza il supporto di tutti gli enti pubblici e privati che hanno creduto nella nostra salda determinazione. È con piacere, quindi, che ringrazio il Comune di Lucca, Lucca Fiere e Congressi, la Camera di Commercio, Greebo Games, Mediaus, RoG Factory, FF Field e Tecnospazio. Non mi sono dimenticato di Lucca Comics & Games, ovviamente, a cui voglio riservare uno spazio maggiore per ringraziare come si deve tutto lo staff, in particolare Renato Genovese, Emanuele Vietina, Francesco Caredio e Cristina Dani, che ci hanno supportato con consigli sapienti, frutto di elevata esperienza e professionalità.
Il nostro lavoro ha preso forma e sostanza grazie a loro e siamo fieri di ciò che abbiamo presentato per la candidatura alla NAF, la federazione che gestisce i tornei internazionali di Blood Bowl.
Alla candidatura, come ben immaginerete, sono seguiti ore e giorni di tensione. Le città che si erano proposte di organizzare levento erano Bruges, Copenaghen, Vitoria e Sidney: nomi importanti, che ci scoraggiavano.

Poi il 13 novembre, verso le otto di sera, sento squillare il telefono. Un messaggio da Antonio. Lo apro e sullo schermo del cellulare leggo:

ABBIAMO VINTO IL MONDIALE!

Pochi secondi dopo ricevo la telefonata di Andrea, che mi informa di tutto: il sito ufficiale della NAF ha pubblicato il risultato, lItalia è vincente!
Ancora adesso esultiamo e gioiamo del risultato, perché i nostri sforzi sono stati premiati e abbiamo ottenuto ciò che desideravamo, ma siamo consapevoli di essere soltanto allinizio: dora in avanti sarà richiesto un impegno ancora maggiore.
Ringrazio di nuovo tutti quelli che ci hanno aiutato e sostenuto finora, è anche merito vostro se siamo arrivati a tanto! A presto,

Nicola Giammattei – Presidente della LudoLega Lucchese

Immagini Correlate
     
Link Correlati
- Articolo su Gioconomicon
- Lucca in Diretta: Plauso di Federalberghi
- DiLucca
login sezione Admin
Spazio internet offerto da Gilda Anacronisti ed Eridia.
Counter by